Le case del suono

Performance di Fabrizia Olimpia Ranelletti accolta nell'opera di Pietro Mancini.
A cura di ignorarte.com
“La casa del suono” è una performance sulla ricerca identitaria. Un cieco e costante cammino in uno spazio concettuale intriso di volontà di ascolto del proprio io. Un io che scrive la sua storia sul proprio corpo e sul proprio perimetro vitale. In scena sette case, obiettivi di riferimento. Un sottofondo di segnali sonori di insetti accompagna una muta gestualità. Questo corpo ingannato da uno scettro impugnato, simbolo di un mellifluo potere, affrancato solo nel momento della morte.

© 2020 Fabrizia Ranelletti. All Rights Reserved. Designed By A.D. WEB DESIGNER

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! templates by Engine Templates