Home

Fabrizia Ranelletti

 

 

Fabrizia Ranelletti: Storica e Critica d’Arte, Curatrice di mostre d’Arte contemporanea, Direttrice artistica, Performer. Ha redatto numerosi testi critici ad artisti e articoli su riviste di settore. Docente di Storia dell’Arte e di marketing culturale. Ideatrice di una linea di comunicazione storico-artistica che, dal 2012, ha depositato alla OLAF (SIAE), in cui, attraverso delle performances, presenta argomenti storici, artistici, sociali e filosofici. La comunicazione, secondo la sua visione, non deve limitarsi al nozionismo, ma arrivare alle corde emozionali delle persone, per rendere l’esperienza di partecipazione una fase vitale attiva. Le performances, contestualizzanti e decontestualizzanti, hanno un filo conduttore di comunicazione verbale coadiuvato da gestualità corporee, dall’uso di oggetti avvaloranti concetti di base, nonché da trucchi e travestimenti.  Peculiare il carattere di spontaneità, dinamismo e improvvisazione: non c’è mai un copione da seguire, c’è solo un argomento da affrontare.

Non c’è palcoscenico.

C’è provocazione, sorpresa, interazione con il pubblico, infine riflessione e dibattito.

Tra le performances presentate alcune delle tematiche proposte nel territorio italiano, in luoghi istituzionali e non, sono state: la caccia alle streghe, il giudizio universale, l’alterità, il tempo. I personaggi trattati Joseph Beuys, Pier Paolo Pasolini, Vladimir Vladimirovič Majakovskij e Ipazia d’Alessandria in due teatri romani. Ha ideato un progetto culturale performativo sulla tematica della follia. L’ultimo lavoro presentato riguarda il femminicidio.

Poetica di Fabrizia Olimpia Ranelletti Performer

Autointervista

D: Ma in che cosa consiste esattamente una mia performance?
R: E' un'accentuazione sensibile su un tema. Può spaziare dalla Storia alla Storia dell'Arte, dalla Filosofia all'esistenzialismo.
D: Ma recito? Sono un'attrice? Faccio teatro?
R: Non recito. Non sono un'attrice. Non faccio teatro.
D: Che cosa faccio allora?
R: Occupo semplicemente uno spazio fisico ed emozionale.
D: Come mi esprimo nelle performances?
R: Attraverso oggetti, trucchi, travestimenti contestualizzanti e decontestualizzanti. Gestualità e linguaggio non provato.

Guida turistica abilitata di Roma e provincia con esperienza trentennale, consulente artistica di numerosi Tour Operator.

Alta professionalità. Referente/coordinatrice di un gruppo guide plurilingue.

Turismo

GUIDA ABILITATA ROMA E PROVINCIA Storica e Critica d’Arte, Curatrice di mostre d’arte ed eventi culturali, Insegnante di Storia dell’Arte. Esperienza trentennale. Visite guidate in siti archeologici, monumenti, musei e mostre d’arte nella città di Roma e in tutta la provincia (Tivoli, Castelli romani, Ostia antica e Palestrina).


COSA OFFRO

Creazione di tours per ogni esigenza del viaggiatore con possibilità di ristoranti e di alberghi consigliati, vista la pluriennale esperienza maturata come titolare di Tour Operator.
Visite guidate, anche private e di carattere esclusivo, in siti archeologici, monumenti, musei e mostre d’arte nella città di Roma e in tutta la provincia.
Possibilità di "BIGLIETTI SENZA FILA" per i Musei Vaticani e Cappella Sistina. 

Performances

Ideatrice di una nuova linea di comunicazione storico-artistica performativa depositata presso l’OLAF (SIAE), Il 14 febbraio 2012, come opera inedita dal titolo “NUOVA COMUNICAZIONE STORICO-ARTISTICA”.

TESTO DEPOSITATO Fabrizia Ranelletti parte da un titolo accademico quale una laurea in Storia dell’Arte (vecchio ordinamento) e un titolo di abilitazione professionale di guida turistica, rilasciato dalla Provincia di Roma. Un cammino di oltre trenta anni nel campo della comunicazione, storico-artistica e turistica, ha mosso riflessioni profonde sulla fruizione e sulla percezione dell’uditore. Le esperienze maturate spaziavano e spaziano tra lezioni scolastiche e docenze di corsi, conferenze, curatela di mostre d’arte contemporanea, presentazioni critiche di artisti contemporanei, partecipazione a seminari, in spazi istituzionali e non. Le visite guidate realizzate nel territorio di Roma e provincia comprendono aree di interesse storico-artistico-archeologico, monumenti, musei e mostre. In questo contesto esperienziale, il contatto con centinaia di persone, o probabilmente migliaia, ha portato Fabrizia Ranelletti a pensare che la comunicazione non debba essere soltanto e comunque nozionistico-accademica, ma debba arrivare nelle corde emozionali delle persone per rendere l’esperienza di partecipazione una fase vitale attiva.

A tal fine il giorno 27 ottobre 2011 inizia un percorso performativo di comunicazione storico artistica, indifferentemente utilizzato per incontri storici o storico-artistici, presentazioni critiche di artisti contemporanei e visite guidate. Il 14 febbraio 2012 deposita presso l’OLAF Siae l’opera inedita dal titolo “NUOVA COMUNICAZIONE STORICO-ARTISTICA”.

Le performances hanno un filo conduttore di comunicazione verbale coadiuvato da gestualità corporee, uso di oggetti avvaloranti concetti di base, nonché trucchi e travestimenti. Le performances, inoltre, hanno un carattere di spontaneità, dinamismo e improvvisazione: non c’è mai un copione da seguire, c’è solo un argomento da affrontare. Non c’è un palcoscenico. C’è provocazione, sorpresa, infine riflessione e dibattito. Fabrizia Ranelletti ha stilato il seguente manifesto teorico di dichiarazione di intenti:

MANIFESTO TEORICO PER UNA NUOVA COMUNICAZIONE STORICO ARTISTICA

E BASTA CON LA SOLITA MINESTRA!

ROMPIAMO I MURI!

TOGLIAMO LE BARRIERE DALLA CONOSCENZA!

Voglio togliere la polvere e l’odore di muffa dalle conferenze di storia e storia dell’arte, nonché dalle presentazioni di mostra di artisti contemporanei e dalle visite guidate,

voglio evitare di porgere elenchi di nozioni,

voglio evitare di essere libro.

Voglio essere una persona che sente in quel preciso momento la storia passata e vive il presente, guardando al futuro,

voglio inserire un’espressione artistica contemporanea nella quotidianità,

voglio trasmettere conoscenza,

voglio regalare emozioni a uomini e donne.

Voglio ispirarmi al teatro di parola, ossia a una situazione che crei spunti di riflessione, dibattito e scambio di idee.

Fabrizia Ranelletti

-          Il bisogno di purificare il mondo da alcune categorie umane

collegate con il male: la caccia alle streghe

-          Joseph Beuys: La Verità è nella realtà e non nei sistemi

-          Il convincente Giudizio universale

-          Nel silenzio di un assenso

-          Visita guidata performativa nel circuito monumentale di Albano Laziale (Rm)

-          Visita guidata performativa nel Foro romano

-          Visita guidata performativa alla mostra di Alberto Burri, Gaeta (Lt)

-          Visita guidata performativa all’area museale/scultorea dell’Acro delle donne, Lanuvio (Rm)

-          I luoghi di Pasolini: il Mandrione

-          Omnia

-          Alterità

-          Fine del tempo futuro

-          Medea a Palazzo Ruspoli

-          L.JU.B

-          Bavaglio

-          Il lato oscuro

-          La casa del suono

-          Fry down

-          Scossa

-          Disseminazioni

-          Ecce mulier

Medea a Palazzo Ruspoli

Performance di Fabrizia Ranelletti in occasione della presentazione di mostra "Metamorfosi del mito" di Alessandra Cesaroni presso le Scuderie di Palazzo Ruspoli, Nemi (Rm).

Nella reiterazione del teatro greco il rapporto uomo/donna, diverso/immigrato, nel discorso di Medea alle donne di Corinto - Euripide - divenuto parodia.

Calendario Eventi

Settembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30